REGOLAMENTO


OBBLIGATORIO CERTIFICATO MEDICO
PER ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISTICA
(lo si richiede al proprio medico)
INVIARE FOTO O SCANSIONE A:
rallyeroi@gmail.com

i premi non ritirati al momento della premiazione
(assenza dei premiati) vengono trattenuti dall'organizzazione.

VERBALI ED ASSEMBLEE
Tutti i Soci possono visionare i documenti di Associazione Sportiva Dilettantistica Latitudini 
ed i movimenti di conto corrente, l'unico strumento 
attraverso il quale l'Associazione riceve e versa denaro, 
presso la sede e previo appuntamento. È possibile ricevere,
via mail, copia di un determinato documento.


INFORMATIVA RESA AI SENSI DEGLI ART. 13-14 DEL GDPR (GENERAL DATA PROTECTION REGULATION) 2016/679

Il trattamento dei dati personali sarà improntato come da normativa indicata sui principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. 
Ai sensi dell'articolo 13 del GDPR 2016/679, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni: 
I dati personali (nome, cognome, telefono, indirizzo email, indirizzo di residenza, luogo e data di nascita, Codice Fiscale, estremi del Documento di Riconoscimento, etc), saranno forniti al momento della richiesta di adesione all'Associazione.
I dati personali forniti saranno oggetto in relazione ad obblighi legali, fiscali, assicurativi e statutari:
- di trattamento relativo alle finalità istituzionali esercitate dall'Associazione;
- di trattamento finalizzato a rendere possibile la vita associativa nell’Associazione che, tra l’altro, può comportare la diffusione dei dati personali nei bollettini sociali periodicamente pubblicati e diffusi anche online;
- di trattamento relativo alla riscossione e al pagamento di quote di tesseramento, assicurative e di iscrizione ad eventi degli eventuali Enti nazionali di affiliazione, anche derivanti da specifici accordi intervenuti con gli stessi;
- di trattamento finalizzato agli obblighi amministrativi, fiscali e contabili dell'Associazione stessa (ivi compresa l'emissione di ricevute, la produzione di certificazioni telematiche, la tenuta del libro degli Associati etc etc).
in relazione a necessità di profilazione e di comunicazione delle attività dell'Associazione:
- di trattamento connesso alla necessità di comprendere, per il raggiungimento delle comuni finalità istituzionali statutarie, quali siano le attività più idonee per gli associati/tesserati/utenti/clienti;
- di trattamento connesso alla necessità di proporre le attività più idonee agli associati/tesserati/utenti/clienti;
Si informa che, tenuto conto delle finalità del trattamento come sopra illustrate, il conferimento dei dati è obbligatorio ed il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrà avere, come conseguenza, l'impossibilità di svolgere l’attività dell'Associazione e di assolvere gli adempimenti previsti dallo Statuto stesso.
Ove il soggetto che conferisce i dati abbia un'età inferiore ai 16 anni, tale trattamento è lecito soltanto se e nella misura in cui, tale consenso è prestato o autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale per il quale sono acquisiti i dati identificativi e copia dei documenti di riconoscimento.
Il trattamento sarà effettuato sia con strumenti manuali e/o informatici e telematici con logiche di organizzazione ed elaborazione strettamente correlate alle finalità stesse e comunque in modo da garantire la sicurezza, l'integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto delle misure organizzative, fisiche e logiche previste dalle disposizioni vigenti. Si informa che i dati dell’associato e/o del tutore legale e le informazioni relative alle loro attività sono comunicati, con idonee procedure, a fornitori di servizi software (quali, a titolo di esempio Mailchimp/ Dropbox/ Google) anche operanti al di fuori del territorio nazionale (anche extra UE).  I dati personali vengono conservati per tutta la durata del rapporto di associazione e/o mandato e, nel caso di revoca e/o altro tipo di cessazione del rapporto, nei termini prescrizionali indicati nell’art. 2220 del Codice Civile.
Lei potrà, in qualsiasi momento, esercitare i diritti:
- di accesso ai dati personali;
- di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano nei casi in cui ciò non confligga con altre disposizioni di legge;
- di opporsi al trattamento;
- di opporti alla portabilità dei dati;
- di revocare il consenso, ove previsto nei casi in cui ciò non confligga con altre disposizioni di legge: la revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento basata sul consenso conferito prima della revoca;
- di proporre reclamo all'autorità di controllo (Garante Privacy).
L’esercizio dei suoi diritti potrà avvenire attraverso l’invio di una richiesta mediante email all’indirizzo postalatitudini@gmail.com 

Il Titolare del trattamento dati è l'Associazione Sportiva Dilettantistica Latitudini, Il Responsabile del Trattamento, cui è possibile rivolgersi per esercitare i diritti di cui all'Art. 12 e/o per eventuali chiarimenti in materia di tutela dati personali, è raggiungibile all’indirizzo: postalatitudini@gmail.com 





PERCORSI MASSACRANTI
Sterrati e mulattiere molto impegnativi, quasi impossibili per le auto 2 ruote motrici, al punto che, nonostante la media massima consentita sia di 50 km/h, non si è mai superata la media dei 20 -30 km/h. Infatti, oltre alle difficoltà naturali si pongono in atto rallentatori e chicane per rendere più ostica la guida e ridurre le velocità.

Un terzo delle auto si distrugge definitivamente entro la prima metà di gara, un altro terzo riesce a portare a termine le ore do gara nonostante varie soste ai box per riparazioni. Nonostante  le rotture e i percorsi massacranti le auto dimostrano una resistenza insperata, infatti la maggiorparte ha corso almeno 5 o 6 gare. 

IMPORTANZA ISCRIZIONE ED ORDINE DI PARTENZA
I numeri di gara vengono assegnati in base alla cronologia di iscrizione. 
La prima squadra che invia la scheda di preiscrizione avrà il numero 1, la cinquantesima il numero 50.
Questo ordine cronologico viene utilizzato anche come ordine di partenza.
La Squadra numero 1 parte per prima e così via. La partenza delle squadre è scandita da un tempo di alcuni secondi, il termine gara è invece uguale per tutti, allo scadere dell’ultimo minuto di gara si chiude la pista e si procede al conteggio dei giri effettuati.
Ne risulta che prima ti iscrivi e meglio stai, anche perché al termine delle ore di gara, la discriminante, qualora vi fossero squadre a pari giri, sarà ancora il numero di gara: è avvantaggiata la Squadra con il numero più basso. La discriminazione sulla base del numero di gara avviene solo per i primi 3 posti, per gli altri è valido il parimerito.

SQUADRE
Ogni Squadra è formata da un Caposquadra che ne è il responsabile e al quale vengono inviati, tramite mail, informazioni e aggiornamenti. L’iscrizione del Caposquadra, durante il tempo della preiscrizione, determina il numero di partenza. Se è il primo ad iscriversi la Squadra avrà il numero 1. La Squadra deve essere composta, come minimo, dal Caposquadra e da 1 pilota.
Il numero dei piloti è libero, vi possono essere quindi Squadre con 10 o 20 piloti.

PILOTI
Per guidare bisogna essere maggiorenni e in possesso di patente di guida.
È possibile però stare in auto, senza guidare, anche se non si è in possesso di patente, ma ci si dovrà comunque iscrivere come piloti. Tutti i piloti devono compilare la scheda di iscrizione entro la data di chiusura iscrizioni.
Possibile stare in auto a 16 anni compiuti. In questo caso bisognerà inviare, oltre alla scheda di iscrizione anche lo stato di famiglia e l’autorizzazione alla partecipazione alla gara firmata da entrambi i genitori. Obbligatori casco per auto o moto e cinture di sicurezza.
In auto possono prendere posto sino a 4 piloti a patto però che vi siano sedili e cinture di sicurezza. È possibile che in auto vi sia anche 1 solo pilota se il regolamento particolare della gara non prevede diversamente.

AUTO
Almeno 15 anni di età, 2 ruote motrici. Non servono targa e assicurazione. Qualora l’auto abbia meno di 15 anni, occorrerà il nullaosta dell’organizzazione, segnalando lo stato dell’auto e il relativo basso costo.
Non sono ammesse auto a 4 ruote motrici anche se modificate al fine di avere solo 2 motrici. 
Possibili anche mezzi commerciali leggeri tipo Doblò, Fiorino, Serena, Kangoo... VW t è il limite massimo accettato di dimensioni e peso. No: Transit, Ducato, Bedford...
No SUV o similari anche se 2 motrici.
Spider e cabriolet solo se dotate di roll bar e con capotte sempre chiusa durante la gara.
AMMORTIZZATORI: anche non di serie, ma senza alcuna possibilità di regolazioni esterne e senza serbatoi. Possibili rialzi, ma senza modificare i punti di attacco degli ammortizzatori. 
MOLLE: anche non di serie, ma senza possibilità di regolazioni di precarico o altre regolazioni.
Possibile montare spessori sulle molle per aumentare l’altezza da terra.
PNEUMATICI
no con disegno agricolo, diametro massimo ruote
65 cm. (misurato in orizzontale)
CARROZZERIA: nessun limite alla fantasia, ma tutte le parti di carrozzeria devono essere sempre presenti sull’auto. Si permette l’eliminazione solo del portellone posteriore. 
Non è possibile ampliare la luce dei parafanghi per più di 10 cm, modificare angolo di attacco e di uscita. Puoi togliere i paraurti o spoiler o sostituirli con altri più leggeri. Nessun tipo di protezione anteriore che integri i paraurti originali. Se i paraurti non ci sono: sì un tubetto per protezione del radiatore, no bull bar per urtare gli altri. 
Altezza massima da terra (misurata sul brancardo nel punto di angolo di dosso) di 35cm.
Accettata qualsiasi protezione inferiore per gli organi meccanici. 
SERBATOIO no all’interno dell’auto a meno che venga racchiuso in una paratia che lo isoli completamente dall’abitacolo. Per gasolio accettato senza paratie se di tipo nautico. 
Nessuna limitazione per quanto riguarda la sicurezza per cui un eventuale roll bar interno (non obbligatorio) può essere costruito in modo super professionale senza che si incorra in penalità, lo stesso dicasi per impianti antincendio, sedili da gara o altre dotazioni di sicurezza. Esclusione dalla gara se l’auto pericolosa per chiunque.
DOTAZIONI OBBLIGATORIE: specchietto retrovisivo, luci di stop e clacson. Almeno 2 luci posteriori e 2 fari anteriori (anche non quelli originali e solo per gare notturne), lampeggiante arancione sul tetto (in caso di prove notturne). All’interno dell’abitacolo presenti e raggiungibili dal pilota: 1 estintore e martelletto frangivetri. Sedili e cinture di sicurezza. Almeno 1 ruota scorta fissata all’esterno della carrozzeria, va bene anche solo lo pneumatico senza cerchio, purchè di misura adatta all’auto e non può essere montato anteriormente a mo’ di paraurti. La ruota di scorta deve rimanere fissata sull’auto anche se bucata.  Nikname della squadra scritto sui parafanghi anteriori e ben leggibile. Obbligatorie
reti di contenimento ai finestrini, in alternativa validi i trasparenti fissi.
MOTORE: della marca dell’auto, puoi “truccarlo” come vuoi tenendo presente che se la tua auto risultasse decisamente superiore alla media delle altre (in seguito a modifiche apportate) verrebbe penalizzata. Se è superiore alle altre già di serie, buon per te. 
RADIATORE: in posizione originale o spostato al massimo di 10 cm.
SCARICO originale o non più rumoroso.
CONSIGLIAMO robusti ganci per trainare ed essere trainati, lavavetri funzionante, almeno 2 ruote di scorta,roll bar interno e cinture a 4/5 punti (anche scadute).
Non vogliamo prototipi costruiti per vincere facile. Nel dubbio meglio chiedere. Auto costosa e decisamente  superiore alla media può essere penalizzata.
Non si accetta alcuna contestazione al parere del Direttore di Gara (che non è un pazzo) e non si restituiscono gli importi di iscrizione anche se si venisse esclusi dalla gara prima ancora di iniziare.

AIUTI E TRAINI
I Rally degli Eroi sono gare diverse, devono essere considerate come una tappa di un rallyraid africano e non come una manche di gara in pista. 
Capacità degli Eroi:
• la prudenza e l’esperienza necessarie per non mettersi nei guai 
• approntare un’adeguata manutenzione preventiva all’auto
• preservare l’auto adeguando la velocità alla situazione della pista
• essere in buoni rapporti con gli altri Eroi (vedi Mutuo Soccorso)
In caso di guasto non riparabile sul percorso è possibile chiedere l’aiuto di un mezzo di soccorso al fine di rientrare ai box. Il soccorritore arriva con molta calma (anche dopo 1 ora o più) e pretende un contributo spese. 
Ma se sei fermo per difficoltà del percorso o errori di guida, devi cavartela da solo o con l’aiuto degli altri Eroi.  Qui si parla di Eroi, non di mezze calzette in giacca e cravatta.
Con il trattore se hai rotto, altrimenti...  rimboccarsi le maniche e i pantaloni.
Ti sei messo nei guai, affari tuoi, dovevi stare più attento. 
Sul percorso meccanici ed accompagnatori non possono intervenire.
AIUTI EROICI
In caso di difficoltà che bloccano la pista, chi viene spinto può andarsene, restituirà il favore al giro successivo. Nessuno spinge? Nessuno va avanti!
Se però c’è lo spazio a lato dell’auto ferma, è accettato che si passi oltre, lasciando l’auto ferma alle cure del Mutuo Soccorso o ad altri volontari benemeriti. 
Insomma, se puoi passare senza rischi e urti, puoi fregartene e andare.
MUTUO SOCCORSO
Le Squadre con numero di gara precedente e seguente a quella in difficoltà di percorso o con guasti meccanici, sono legate dal Mutuo Soccorso: se ad esempio l’auto ferma è la 21, saranno i numeri 20 e 22, se l’auto ferma fosse la 22 le due auto legate dal Mutuo Soccorso sarebbero la 21 e 23, se fosse la 1 sarebbero la 2 e quella con il numero più alto (la 60 se le auto in gara fossero 60). 

QUOTA DI INGAGGIO
La quota di ingaggio è fissata a 500 Euro per il Rally (12 ore di aprile - maggio), € 550 per La Grande Fuga (24 ore di giugno), € 400 per Alba Polare (6 ore a febbraio) e € 400 per La Riscossa, ex Rivincita (3+6 ore ad ottobre) + 1 bottiglia di vino (se richiesta) per ogni squadra + € 50 per il montepremi. Il costo di iscrizione di ogni pilota della Squadra è di € 50 (70 per La Grande Fuga) se già in possesso di tessera Uisp valida e con integrazione B1 e di € 30 in più se deve essere tesserato o ha la tessera Uisp scaduta senza l’integrazione assicurativa B1. Per cui, ad esempio, nel caso di una Squadra con 3 piloti già tesserati e iscritti alla Riscossa, il totale sarà: € 400 quota di ingaggio + € 50 montepremi + 1 bottiglia di vino e € 150 per i 3 piloti = € 600. Per Squadre esclusivamente femminili 50% di sconto sulla quota di ingaggio. 
2 o 3 volte per anno si organizzano raduni di allenamento con corsi facoltativi di guida, denominati Grand Prix. Il costo per Squadra è di 200 o 300 € (100 € se si partecipa all’ultima gara Alla Riscossa!), la quota pilota corrisponde solo ad una bottiglia di vino.

PREMI
La prima Squadra classificata sarà invitata gratuitamente all’edizione successiva, la seconda avrà uno sconto del 70% sulla quota di ingaggio e la terza del 30% (per l’edizione futura), dovranno però versare gli importi riguardanti i piloti. 
Coppe eroiche alle prime 3. 
I premi sono legati al nominativo del Caposquadra, anche se quest’ultimo cambiasse, per l’anno successivo, formazione e nome di squadra, però almeno 2 componenti, oltre il Caposquadra, devono essere gli stessi. Bottiglie di vino (se previste) suddivise tra le prime 3 o 5 Squadre nella coreografia o in altre prove non motoristiche. Il 10 % dell’importo ricavato dal versamento degli €50 (montepremi) di ogni Squadra, viene utilizzato per l’Olimpo degli Eroi (campionato annuale su 4 prove), é possibile, in alcuni casi, che un altro 10% venga devoluto in beneficenza, il rimanente suddiviso come segue: 30% alla Squadra vincitrice, 
20% alla seconda, 20% alla terza, 20% alla Squadra che ha concluso con la metà dei giri del vincitore (per difetto in caso di giri dispari, se, ad esempio, la prima Squadra concludesse con 21 giri si assegna il premio a chi ne ha compiuti 10. 
In caso di parità il premio viene assegnato alla Squadra con il numero di gara più basso. 10% alla penultima in classifica, anche in questo caso al numero di gara più basso se vi sono Squadre a parimerito. L’ultima Squadra classificata (con il numero di gara più basso in caso di parità) ha diritto a sconto del 50% sulla quota di ingaggio sull’edizione successiva.

Il Rally degli Eroi (marchio registrato) nasce da un’idea di Roberto Cattone, giornalista specializzato in test di moto, auto e viaggi, deus ex machina dell’associazione sportiva dilettantistica Latitudini.